Contatti

Viale Romania, 32 - 00196 Roma - Italy

Sentiti libero di contattarci!

Chi non ha mai sognato almeno una volta un viaggio on the road con il mitico pulmino Volkswagen T2, meglio conosciuto come “Bulli”, storico van utilizzato dagli hippie e uno dei simboli per eccellenza nell’immaginario legato ai figli dei fiori?

Volkswagen sa che l’abbiamo fatto e al salone di Detroit punta sull’innovazione ma anche sulla nostalgia e così ecco I.D. Buzz il primo van completamente elettrico a guida automatizzata che raccoglie l’eredità del “Bulli”. La presentazione del nuovo prototipo al Salone dell’auto di Detroit è stata l’occasione per il costruttore tedesco di rilanciare la propria immagine dopo lo scandalo diselgate esploso oltre un anno fa proprio negli Stati Uniti e impacchettare la tecnologia pulita dell’auto elettrica in un involucro che evochi le emozioni del passato potrebbe essere la mossa giusta.

“Con l’I.D. BUZZ non abbiamo progettato un carrozzeria in stile rétro su ruote da 22 pollici, bensì abbiamo voluto realizzare la logica evoluzione del design del van di maggior successo a livello mondiale – ha dichiarato Klaus Bischoff, responsabile del design Volkswagen – Il design complessivo, caratterizzato da superfici pulite e omogenee nonché da un profilo monolitico, risulta estremamente clean. In questo contesto, il futuro e le origini del DNA del design Volkswagen si fondono insieme, dando vita a una nuova icona”. Così Herbert Diess, presidente del Consiglio di amministrazione Volkswagen, parla di questa nuova concept car, uno dei cinque progetti di macchine elettriche sviluppati da Volkswagen che punta a vendere, entro il 2025, un milione di macchine elettriche l’anno.

http://i.ndtvimg.com/i/2017-01/volkswagen-id-buzz_827x510_51483942594.jpg

Cominciare da un modello così iconico sembra decisamente una buona idea. Il design di I.D. Buzz strizza chiaramente l’occhio a tutti gli appassionati del pulmino più famoso di sempre con, ad esempio, la classica “V” frontale reinterpretata in chiave attuale. ad entusiasmare non è però solo il richiamo al passato perché le novità sono veramente tante. La I.D. Buzz è in grado di ospitare fino a 8 persone. L’abitacolo si può configurare anche con comode chaise longue o lettini. I sedili anteriori, inoltre, possono girare contromarcia, nel caso in cui ci si affidi alla guida completamente autonoma, annunciata per il 2025, che si avvale di scanner laser, sensori a ultrasuoni, sensori radar, telecamere area view e una telecamera anteriore oltre ai dati sul traffico in tempo reale tramite il cloud. La plancia e la consolle saranno rimpiazzate dal volante “drive pad”, tablet display e l’head up display con realtà aumentata che raggruppano comandi e funzioni, come pure gli specchietti retrovisori sostituiti dalle telecamere che proiettano le immagini sull’e-Mirror, un piccolo schermo messo al posto del retrovisore interno. L’autonomia prevista per le batterie è di 270 miglia, più di 430 km; calcolandola nel ciclo europeo Nedc, addirittura 600 km. La ricarica, nel futuro immaginato da Volkswagen, sarà di tipo wireless: basterà posizionarsi sopra una placca a induzione.

Share: