Contatti

Viale Romania, 32 - 00196 Roma - Italy

Sentiti libero di contattarci!

[dropcap]I[/dropcap]n una realtà in cui basta un click per partire grazie ai diversi motori di ricerca che confrontano il miglior prezzo del volo, è opportuno fare una distinzione tra spostarsi e viaggiare.

Chiamiamolo Viaggio 3.0 quel momento in cui si evade da questa frenetica società e ci si (ri)immerge tra i rilassanti colori della natura, e lidea omologata di viaggio pre-confezionato e rassicurante sparisce, lasciando spazio allignoto.

Salire su un aereo verso mete lontane non è certo condizione necessaria per dire di aver fatto un viaggio, anzi. Vi assicuro che è molto più soddisfacente prendere la macchina, guidare per diversi chilometri tra i singolari paesaggi della Bella Italia, fermarsi in mezzo alla natura, preparare le tende, accendere il fuoco e fare quattro chiacchiere con gli amici.

Il prossimo viaggio sarà nella terra del fuoco e del ghiaccio: lIslanda. Lì la natura ne fa da padrona e tu sei un piccolo punto di un quadro di Seurat.

Cartina e penna in mano ho iniziato a tracciare il percorso che nessuno prima ha mai completato nella sua interezza sul Parco Nazionale del Vatnajökull. Attraverso questo tragitto mi immergerò nella diversità paesaggistica islandese vulcani, ghiacciai, deserti di lava, laghi, cascate, crateri, canyon.11087096_815275645194057_1521598972_o

Completa e dettagliata devessere la preparazione per un lungo viaggio in solitaria ed in autosufficienza, dove non solo, per la maggior parte del tragitto, lunica persona che vedrai sarà te stesso riflesso nel vetrino della fotocamera, ma dovrai anche portarti dietro le provviste per lintero tragitto, per non parlare di tutto il resto.

Prepararsi per un trekking di 800km richiede unaccurata precisione e una discreta pazzia.

Il primo passo è lacquisto del biglietto aereo, così nel caso ti passasse per la testa la minima idea di cambiare destinazione causa difficoltà e pericoli, non potrai farlo. E di ostacoli e azzardi in Islanda ce ne sono parecchi. Proprio questi limiti hanno decretato la scelta di tale destinazione: andare oltre i limiti significa esplorare aspetti nuovi interiori ed esteriori e mantiene viva la curiosità di scoprire cosa c’è oltre un determinato punto.

Capacità di adattamento e di cambiare rotta sono fondamentali per un viaggio così. Fondamentale è il supporto che si può ottenere contattando persone del luogo, meglio se esperti del settore, che possano gentilmente condividere le loro esperienze e conoscenze per aiutarti ad organizzare la via da seguire. Chiedere non costa nulla, e soprattuto quando si viaggia in modo non convenzionale si incontrano sempre persone di grandi valori e principi disposte ad aiutarti, ma la cosa più toccante è quello che ti chiedono in cambio: un saluto, un sorriso, una cosa frivola ma piena di contenuto.

Il week-end appena passato ho contattato un esperto del luogo tramite Skype e le parole che si ripetono nella mia testa come una canzone in repeat sono: Il tempo nel centro dellIslanda cambia in continuo e il mese scorso il vento ha portato via la tenda a due hikers e fortunatamente sono stati ritrovati.

Forse sentire lopinione degli esperti è anche controproducente, però sapendo già che con la natura non si scherza e quello che serve è conoscerla e rispettarla, sentirsi dire tali parole fa solo aumentare ladrenalina e la voglia di scoprire queste terre.

Adesso non puoi più tornare indietro e da qui inizia il bello!

[divider type=”white” spacing=”25″]

[button url=”http://www.frostscape.com” style=”grey”]Vai al sito Frostscape.com[/button]

[button url=”https://www.facebook.com/frostscape?fref=ts” style=”grey”]Vai alla pagina Facebook[/button]

[divider type=”white” spacing=”25″]

Share: