Contatti

Viale Romania, 32 - 00196 Roma - Italy

Sentiti libero di contattarci!

[dropcap]I[/dropcap]l 2 Febbraio, alla chiusura del calciomercato invernale, viene ufficializzato il passaggio di Juan Cuadrado al Chelsea di Mourinho.

I tifosi viola, già al corrente che questo giorno prima o poi sarebbe arrivato, seppur dispiaciuti, si sono fatti forza incominciando a fantasticare sui nomi dei possibili sostituti che la società gli avrebbe regalato nel mercato estivo. Il tesoretto, circa 33 milioni di euro, permetteva di pensare in grande.

Non tutti però all’inizio si sono resi conto o hanno fatto molto caso che, nonostante l’enorme cifra, il Chelsea e la Fiorentina avevano inserito nella trattativa un giovane ragazzo egiziano: Mohamed Salah.

Classe 1992 e cresciuto calcisticamente in Svizzera nel Basilea prima di passare al Chelsea nel 2014, Salah arriva a Firenze in prestito fino al 30 Giugno 2015 con possibilità di rinnovo per un altro anno al costo di un milione di euro e con diritto di riscatto fissato a 15 milioni.

In molti sicuramente già avevano sentito parlare di lui, da tempo infatti, le sue ottime prestazione non erano passate inosservate. Caduto leggermente nel dimenticatoio nell’ultima stagione a causa dello scarso utilizzo che ne ha fatto Mourinho, Salah arriva a Firenze con una voglia di riscatto fuori dal comune ma anche con un grande peso sulle spalle: cercare di far dimenticare Cuadrado, almeno fino al mercato estivo.

Una cosa è certa: mai nessuno avrebbe mai immaginato un inizio così. Sei partite, 4 goal e 1 assist.

Salah esordisce in Serie A nella partita vinta dalla Fiorentina contro l’Atalanta. Il primo goal non si fa attendere ed arriva già nella giornata seguente a Reggio Emilia contro il Sassuolo. Da qui l’egiziano sembra non volersi fermare. Segna anche l’illusorio vantaggio viola contro il Torino, si ripete in Europa League contro il Tottenham ma soprattutto, segna il goal vittoria di ieri sera a San Siro contro l’Inter, subentrando a Babacar al 40esimo del primo tempo.

Soprannominato il Messi d’Egitto, Mohamed Salah sta stupendo tutti. Un goal ogni 45 minuti è una media goal altissima, difficile da mantenere ma che sembra aver già fatto dimenticare l’addio di Cuadrado.

Si tratta di un giocatore giovanissimo, dalle grandissime doti tecniche e potenzialità. Un mancino formidabile e una classe degna dei migliori giocatori del mondo. Quel che poteva sembrare un semplice rinforzino invernale si sta rivelando un fondamentale innesto per la Fiorentina di Montella che, grazie anche agli arrivi di Diamanti e Giardino, può finalmente tornare a sognare l’Europa che conta.

Non ci rimane altro che aspettare e vedere cosa riuscirà a dimostrare questo ragazzo, sperando che sia in grado di meritarsi il soprannome affibbiatogli (che troppo spesso viene utilizzato a sproposito) e che possa arricchire un campionato che sembra ormai perdere talenti ad ogni sessione di calciomercato.

Share:

contributor

Studente laureato alla triennale di Scienze Politiche e che ora continua nella specialistica in Governo e Politiche indirizzo comunicazione e nuovi media. Amante dello sport e specialmente del calcio, dedico gran parte del mio tempo a cercare di tirare fuori dal mondo del pallone un po' di romanticismo! Che mondo sarebbe senza il calcio?!