Contatti

Viale Romania, 32 - 00196 Roma - Italy

Sentiti libero di contattarci!

“Non temo gli esibizionisti, ma questo ragazzo ha rovinato la serata dei fan che hanno atteso per molte ore l’occasione di ricevere un autografo o di fare un selfie, perché ha reso le persone più diffidenti e più difficile avvicinarsi ai propri ammiratori.”- Brad Pitt

 

Chi non conosce Vitalii Sediuk? Per i veri amanti del gossip questo nome non può non essere noto, ma facciamo un passo indietro per chi non è ancora stato contagiato dal fascino indiscreto del mondo del pettegolezzo.

Vitalii Sediuk nasce in Ucraina nel 1988 e a partire dal 2011 si è fatto riconoscere come prankster da tutto il mondo, riuscendo ad avvicinarsi (forse un po’ troppo) a celebrità di fama mondiale. Negli ultimi anni, infatti, ha collezionato una discreta serie di “apparizioni” su red carpet importanti. Al festival di Cannes ha cercato di infilarsi sotto la gonna di America Ferrera mentre al MET Gala si è accontentato di una passeggiata in mankini e catena d’oro. L’ucraino non è nuovo ad atti di questo tipo, importunando personaggi del calibro di: Brad Pitt, Leonardo DiCaprio, Will Smith, Adele e molti altri.

http://cdn.images.express.co.uk/img/dynamic/79/590x/america1-476497.jpg

Dopo aver baciato sulla guancia a Parigi Miranda Kerr nell’Ottobre 2015, Sediuk è ricomparso a Milano alla settimana della moda dove ha avuto a che fare con Jelena Noura “Gigi” Hadid. Mentre alcune celebrità come Leonardo DiCaprio hanno preso le bravate di quest’uomo con simpatia, alcune star non hanno gradito le eccessive attenzioni, tra quest’ultime: Brad Pitt, Will Smith e soprattutto Gigi Hadid.

Se nel 2012, alla prima di Men in black 3, Vitalii Sediuk, dopo aver cercato di baciare Will Smith, l’aveva fatta franca con un semplice “schiaffo”, la supermodella a Milano ha voluto mostrare al mondo la sua passione per la boxe. All’uscita della sfilata di Max Mara alla Fashion Week di Milano la top model, che era in compagnia della sorella Bella Hadid, infatti, si è dovuta difendere da sola dall’uomo che le è arrivato alle spalle e l’ha presa in braccio fingendo di portarla via. Gigi non ha aspettato nemmeno l’intervento del bodyguard e ha subito sferrato una gomitata al finto reporter. La modella è abituata ad essere circondata da fotografi e fan, soprattutto durante le sfilate delle fashion week. Ma a tutto c’è un limite. Gigi si è davvero infuriata e l’ha inseguito a suon di parolacce (“Who the fuck are you? You piece of shit”) prima di essere trattenuta e fatta salire in macchina dalla security. Risultato: arrestato nuovamente  per aggressione.

La rabbia della top model non si è limitata solo alla gomitata e ai calci ma si è riversata anche su Twitter dove ha comunicato l’incidente ai fan : “ Avevo tutto il diritto di difendermi. Come è possibile che uno stupido abbia pensato di trattenere con la forza un perfetto sconosciuto”. La modella non è l’unica ad aver espresso la propria opinione sull’accaduto, l’autore dell’aggressione ha spiegato in un post su Instagram il suo gesto: “Considero Gigi Hadid bellissima, ma lei e la sua amica Kendall Jenner non hanno niente a che vedere con l’alta moda. Facendo quel gesto incoraggio l’industria della moda a scegliere dei veri talenti per le sfilate e le copertine di Vogue”.

Condividendo o no la sua spiegazione, l’azione rimane ingiustificabile. I gesti,quelli che ledono l’incolumità altrui e ne violano le libertà, non devono diventare un mezzo di comunicazione,non è attraverso di essi che deve passare un messaggio.

Share:

Caporedattrice Lifestyle Cartaceo