Contatti

Viale Romania, 32 - 00196 Roma - Italy

Sentiti libero di contattarci!

Tranquilli cari lettori, non è un tutorial su come approcciare sadicamente con un volatile da cortile, bensì una serie di ricette (non cinquanta, per carità!) su come cucinare e mangiare in modo “non convenzionale” una delle carni più consumate al mondo.
Cominciamo con una delle parti meno gradite di questo volatile, il petto. Il petto di pollo, incubo per molti e salvezza per chi, come me, è costretto a una vita di diete, è spesso proposto arrosto o alla piastra con un filo d’olio e del limone. La tristezza che questo piatto si trascina dietro è paragonabile soltanto al pensiero di Marzullo che recita “I sepolcri”. Durante uno dei miei innumerevoli e mal riusciti tentativi di dieta, ho escogitato un modo per mangiare il petto di pollo senza rinunciare al gusto e mantenendo comunque basse le calorie. Si tratta di una preparazione molto semplice:

Involtini di veline di pollo ripieni di feta greca e cipollotto fresco sfumato al vino rosso.

Ingredienti :
– Veline di pollo (petto tagliato molto fine) 400g
– una strisciolina da 1 cm di feta Greca per ogni involtino
– cipollotti freschi 1 o 2
– 1 bicchiere di vino rosso
– sale e olio q.b.

Preparazione:
In una casseruola mettete a soffriggere i cipollotti freschi tagliati a julienne con dell’olio extravergine di oliva e aggiungete un pizzico di sale. Quando i cipollotti saranno biondi, sfumate con il vino rosso (non tutto il bicchiere). Una volta evaporata la parte alcolica del vino e una volta insaporitisi i cipollotti, trasferite il tutto in una ciotolina facendo attenzione a lasciare nella casseruola il fondo di cottura dei cipollotti. Ora prendete le velie di petto di pollo, inserite la feta e i cipollotti e arrotolate fino a formare un involtino, infine sigillate con lo spago o uno stuzzicadente. Una volta formati gli involtini metteteli nella casseruola con il fondo di cottura dei cipollotti, salate e portate a cottura in un primo momento a fuoco vivace e poi medio per circa 10-15 minuti.( se vedete che manca del liquido, potete ravvivare la fiamma e sfumare con dell’altro vino rosso).

Passiamo ora alla parte più amata del pollo, la coscia e ancor di più, a mio parere, il fuso (o sovracoscia). Ogni food-addicted che si rispetti sogna più volte al giorno di affondare i denti in una succosa e saporita coscia di pollo!
Questo taglio può essere preparato in mille modi, oggi cercherò di darvi alcune dritte per ottenere il miglior risultato con il minimo sforzo.

Fusi di pollo alla senape e bacon:

Ingredienti:

-Pollo 8 fusi (cosce)
-Pancetta affumicata o bacon 16 fette sottili
-Aglio 2 spicchi
-Rosmarino 2 rametti
-Salvia 4-5 foglie
-Sale q.b.
-Vino bianco 1/2 bicchiere
-Pepe q.b.
-Senape 2 cucchiaini

Preparazione :

Lavate ed asciugate per bene i fusi di pollo e togliete la pelle esterna, incidete la carne di ogni fuso in 4 punti equidistanti tra loro. Massaggiate i fusi con la senape, facendola penetrare anche all’interno delle incisioni. Avvolgete ogni fuso con 2 fettine di bacon ed adagiateli in una teglia. Aggiungete olio, salvia, i rametti di rosmarino spezzettati, l’aglio tagliato a fettine, il sale, il pepe ed infine il vino bianco. Mettete i fusi di pollo in forno già caldo a 180° per 45-50 minuti (dipende dalla grandezza),bagnandoli un paio di volte con il sughetto che si formerà durante la cottura sul fondo della teglia; dopo aver verificato che siano cotti, estraeteli e serviteli immediatamente.

Eccoci arrivati alla parte più sfiziosa in assoluto del pollo: le alette. Le ali di pollo sono buonissime fritte, arrosto, stufate, sbattute al muro e strusciate a terra. Insomma, in qualsiasi modo. Come ultima ricetta vi propongo alette di pollo croccanti al forno, ricetta semplicissima ma allo stesso tempo molto molto gustosa!

Alette di pollo croccanti al forno:

Ingredienti:

-800 gr di alette di pollo
-olio extravergine d’oliva
-sale
-200 gr di pangrattato
-2 cucchiai di parmigiano
-rosmarino

Preparazione:

Lavate le alette di pollo sotto l’acqua corrente e asciugatele tamponandole con uno strofinaccio o con lo scottex. Tritate il rosmarino e mescolatelo al pangrattato, unite il parmigiano e un pizzico di sale. Massaggiate le ali con l’olio poi passatele nella panatura in modo da impanarle completamente. Versate in una teglia l’olio e adagiatevi le alette di pollo. Infornate a 200° per circa trenta/quaranta minuti, rigiratele ogni tanto in modo che possano dorarsi bene da tutti i lati. Sfornate e servite le alette ben calde. Alla panatura potete aggiungere anche della salvia, del prezzemolo, aglio tritato o in polvere e un pizzico di pepe secondo i propri gusti. Per una panatura super croccante provate ad aggiungere cornflakes sbriciolati grossolanamente.

Come avrete visto le “sfumature” non sono cinquanta ma solo tre, molto pratiche e gustose. Spero vi piacciano! Alla prossima e buon appetito!

Share:

contributor