Contatti

Viale Romania, 32 - 00196 Roma - Italy

Sentiti libero di contattarci!

L’ultima in ordine di tempo fu Valentina Vezzali, che durante la cerimonia di apertura dell’Olimpiade del 2012, aprì la sfilata degli atleti italiani. A distanza di quattro anni e a pochi mesi dall’inizio dei Giochi a Rio, è inevitabile chiedersi chi sarà il o la portabandiera di questa nuova edizione. La decisione verrà presa ufficialmente dalla giunta del Coni il 27 aprile prossimo. Nel frattempo però, si possono già fare delle previsioni. La figura del portabandiera rappresenta l’atleta più vincente di un paese negli ultimi anni. È il nostro fiore all’occhiello, oltre ad essere un prestigioso riconoscimento alla carriera. Di seguito vi propongo 11 nomi di super campioni azzurri, che secondo me hanno le carte in regola per ambire al posto.

Dunque la domanda è: chi vorreste vedere come portabandiera durante la cerimonia di apertura dei giochi olimpici, il 5 agosto 2016 a Rio de Janeiro? Chi merita di più?

Tania di Mario

Esordì in nazionale nel 1999, all’età di venti anni. Attualmente capitano della squadra di pallanuoto femminile, con il Setterosa ha vinto l’oro olimpico ad Atene nel 2004, diventando anche la miglior giocatrice del torneo di quella edizione. Ha vinto anche un mondiale, tre volte i campionati europei e ha conquistato medaglie in world league e in coppa del mondo. A 37 anni, questa sarà la sua ultima olimpiade. Sarebbe la prima pallanuotista a diventare portabandiera.

Tania Cagnotto

È la più grande tuffatrice che l’Italia abbia mai avuto, la sua specialità è il trampolino. All’età di 17 anni si è affacciata a livello internazionale e da lì in poi non si è più fermata. È la tuffatrice europea con il maggior numero di podi in carriera: 25 di cui 17 sono ori. Ha vinto 10 medaglie ai mondiali, di cui una d’oro. Così è diventata la prima e unica donna italiana ad aver vinto una medaglia ai mondiali nei tuffi e l’unica ad aver vinto una medaglia d’oro. Negli ultimi giochi olimpici è arrivata due volte quarta per pochissimi decimi di punto, a Rio è l’ultima chiamata per la corsa al podio olimpico, fino ad ora sfuggito. Questa è la sua quinta olimpiade e ha già dichiarato che a 31 anni, sarà l’ultima.

Chiara Cainero

È una tiratrice di tiro a volo, la sua specialità è lo skeet. Ha vinto 9 medaglie europee, di cui 6 d’oro. Un oro mondiale e nel 2008 è diventata la prima italiana a vincere un oro olimpico nel tiro a volo. A 38 anni, questa potrebbe essere la sua ultima Olimpiade. Sarebbe la prima tiratrice a diventare portabandiera.

Giovanni Pellielo

È un tiratore di tiro a volo, specialista del trap. Nel 1992 a Barcellona, a 22 anni partecipa alla sua prima olimpiade. Ha vinto 12 titoli europei, 6 coppe del mondo, 10 ori mondiali e ha conquistato due argenti olimpici e un bronzo. All’età di 46 anni, questa è la sua settima e probabilmente ultima olimpiade. Ultima chiamata per provare a vincere l’oro che manca nel suo infinito palmares. Sarebbe il primo tiratore a diventare portabandiera.

Vanessa Ferrari

È una ginnasta italiana specialista del corpo libero, parallele e trave, ed è capitano della squadra nazionale di ginnastica artistica. Esordisce nel 2002 in nazionale all’età di 16 anni. Nel 2006 vince l’oro mondiale individuale e così diventa la prima donna italiana a conquistare un titolo mondiale nella ginnastica artistica. Ha partecipato a due Olimpiadi, entrambe contraddistinte da molta sfortuna. Nel 2008 non riesce ad esprimersi al meglio durante la finale, a causa di un infortunio e nel 2012 arriva terza a pari merito in finale ma non le viene assegnata la medaglia di bronzo per via di una assurda regola. A 26 anni, questa sarà la sua ultima olimpiade e così anche l’ultima possibilità di vincere una medaglia olimpica.

Clemente Russo

È un pugile dilettante che compete nella categoria dei pesi massimi. All’età di 20 anni, dal 2002 in poi, inizia la sua scalata nelle maggiori competizioni internazionali. Ha vinto due ori mondiali. Conquista due argenti olimpici, uno a Pechino nel 2008 e uno a Londra nel 2012. Nel 2008 ha portato la bandiera nella cerimonia di chiusura. A 34 anni, questa è la sua ultima olimpiade e quindi anche l’ultima occasione per diventare campione olimpico. Sarebbe il primo pugile a portare la bandiera durante la cerimonia di apertura.

Arianna Errigo

È una schermitrice specialista del fioretto. Fin da piccola ha iniziato a vincere competizioni internazionali giovanili. Ha vinto 4 coppe del mondo, 7 ori mondiali di cui due individuali. Nel 2012 a Londra ha vinto l’oro olimpico a squadre nel fioretto e l’argento nella gara individuale. È forse l’unica, che non finirà la carriera dopo questa edizione dei giochi, avendo 28 anni e ancora una carriera davanti, nonostante i numerosi successi già accumulati fino ad ora. A Rio cercherà di vincere l’oro, che le è sfuggito per un solo punto a Londra.

Elisa di Francisca

È una schermitrice specialista del fioretto. Nel 2002, a 22 anni entra a far parte della nazionale maggiore e vince l’oro mondiale a squadre. Ha vinto due coppe del mondo, 6 mondiali a squadre e 1 individuale. A Londra ha vinto l’oro sia a squadre sia nell’individuale, ai danni proprio di Arianna Errigo. È considerata una delle schermitrici italiane più forti di sempre. A 34 anni tenta di bissare l’oro olimpico della scorsa edizione. Ha le carte in regola per diventare portabandiera.

Aldo Montano

È uno schermidore specialista della sciabola. Fa parte di una vera e propria dinastia di schermitori, in quanto il padre, il nonno e i cugini vinsero tutti medaglie olimpiche a squadre. Dal 2005 in poi inizia la sua scalata piena di successi. Ha vinto un mondiale individuale e un mondiale a squadre nel 2015. Nel 2004 ad Atene vinse l’oro olimpico individuale. In totale ha conquistato 4 medaglie olimpiche, di cui 3 a squadre. A 38 anni e alla quarta olimpiade, potrebbe finire qui la sua carriera, tentando di portare a casa un’altra medaglia olimpica individuale.

Federica Pellegrini

Durante la sua prima olimpiade, a 16 anni, vinse l’argento olimpico nei 200 stile libero ad Atene nel 2004. Divenne così la più giovane atleta italiana di sempre a salire su un podio olimpico individuale. Ha vinto 9 medaglie mondiali in vasca lunga, di cui 4 ori. Due medaglie olimpiche, un oro e un argento. È stata la prima e fino ad ora unica nuotatrice donna, in grado di vincere un oro olimpico. Nella sua gara, i 200 stile, è l’atleta donna più vincente di sempre nella storia del nuoto mondiale. Il suo dominio dura dai mondiali del 2005, 6 edizioni di mondiali consecutivi in cui va a podio. Attualmente è primatista mondiale dei 200 stile in vasca lunga e ha stabilito 11 record del mondo nella sua carriera. Ha rifiutato di portare la bandiera nel 2012 perché avrebbe avuto le gare il giorno successivo alla sfilata di apertura. All’età di 27 anni da compiere proprio il giorno della cerimonia di apertura, la sua quarta olimpiade sarà l’ultima prima del ritiro. Sarebbe la prima nuotatrice a portare la bandiera.

Stefano Tempesti

È il portiere e capitano del Settebello, la nazionale maschile di pallanuoto. Ha vinto un mondiale e un argento olimpico. A 37 anni, ha partecipato a cinque olimpiadi, questa sarà probabilmente l’ultima. È l’ultima chiamata per provare a vincere l’oro. Sarebbe il primo pallanuotista a portare la bandiera.

Share:

author

Nata a Roma, diplomata nel 2014 sono al secondo anno di scienze politiche. Appassionata di grandi imprese sportive, di quelle che si ricordano con emozione nel tempo. Ex- atleta, ora mi diverto a guardare le gare dagli spalti per poi scrivere per il 360°.