Contatti

Viale Romania, 32 - 00196 Roma - Italy

Sentiti libero di contattarci!

 

Ebbene si, ci siamo: l’estate è prossima a finire ufficialmente.

Ormai i liceali stanno tornando sui banchi, mentre gli universitari stanno prendendo consapevolezza del nuovo orario.

Il rientro è un trauma che colpisce il povero studente modificandone i comportamenti per diversi mesi. In questo nostro studio  semi-scientifico e soprattutto semiserio cercheremo di categorizzare alcune tra le tipologie di studente rientrante. Cominciamo senz’altro da:

  • IL BEN INTENZIONATO: uno degli esemplari più diffusi specie tra gli universitari, egli ha deciso che quest’anno sarà diverso, che sarà presente a tutti i corsi e che studierà giorno per giorno in modo da evitare il “chiusone” pre-esame che da anni concorre a rovinargli il fegato a forza di caffè dello studente ed energy drink assortiti. Si presenta alla prima lezione con computer, due block-notes, penne di 10 colori tra cui il giallo che come è noto è inutile. Generalmente alla terza lezione comincia ad informarsi sui corsi di pilates, tuffi in salita e balli caraibici acrobatici che prenderanno il posto delle lezioni nella sua agenda a partire dalla seconda settimana

 

  • IL GIRAMONDO: L’estate permette qualche viaggetto, le tappe tipiche sono le località di mare italiane, alcuni al massimo vanno in pellegrinaggio in Grecia, Ibiza o Croazia. Il giramondo invece è andato in posti come la Carelia Orientale oppure Taumatawhakatangihangakoauauotamateaturipukakapikimaungahoronukupok-aiwhenuakitanatahu (esiste veramente, cercate su Google… ). Di per sé non ci sarebbe nulla di male non fosse che, mediamente, il soggetto goda del senso di ignoranza che provoca negli altri quando vengono informati dell’esistenza del luogo

 

  • IL CAMBIATO: Lo avete lasciato all’ultimo esame taciturno, coi capelli corti a caschetto da bravo bambino e la carnagione pallidissima. Adesso lo ritrovate col capello lungo arruffato, pelle color ebano, estroverso ai limiti del molesto si è convertito ad una misteriosa religione orientale che non ha nulla da invidiare al pastafarianesimo (esiste per davvero) e tenterà di accalappiare nuovi adepti ad ogni pausa caffè

 

  • IL GRUPPO DI ABBRONZATE: Le incontri alla prima lezione quando sei da solo, lì per lì ti viene il dubbio di essere finito all’università statale del Senegal, poi le riconosci e capisci che si tratta solo di abbronzatura, TANTA abbronzatura. Tendono a farti venire il nervoso quando alla domanda: “cosa avete fatto quest’estate ?” ti rispondono mentendo :“non me ne parlare, ho studiato tutto il giorno tutti i giorni…”

 

  • LO SFAVATO: A dire il vero lo sfavato lo è tutto l’anno, è quel ragazzo o ragazza che non ha mai voglia di fare qualsiasi cosa soprattutto se riguarda l’università. Si pensa che questo sia causato dalla stanchezza, e no! Lo sfavato autentico è tale per motivi genetici, pertanto si presenterà alla prima lezione e alla pausa caffè dicendo: “Bene ragazzi, io vado a casa, se organizzate qualcosa in questi mesi ditemelo, se no ci si vede all’appello di gennaio”.
Share:

Ex-Direttore | 360° - Il giornale con l'Università intorno