Contatti

Viale Romania, 32 - 00196 Roma - Italy

Sentiti libero di contattarci!

Fiorentina-Hellas Verona:1-1

La Fiorentina non vince in casa contro il Verona dal novembre del 2013, quando si impose per 4-3.

Una partita agonisticamente combattutissima, decisa da due calci di rigore e tante interruzioni. La Viola non riesce a vincere, ormai è un dato di fatto. Ribery cancella tutto ciò che di buono aveva fatto nello scorso turno di campionato e Juric strappa un altro ottimo pareggio anche se avrebbe meritato qualcosa di più. Toscani che sembrano in un incubo infinito.

Sampdoria-Crotone:3-1

Ricordi amari per il Crotone (la Sampdoria è la squadra con cui ha perso con un margine più largo nella sua storia in Serie A con il risultato di 5-0)

Per l’ennesima volta in stagione gli squali mostrano di saper giocare molto bene a calcio, ma portano a casa meno di quello che hanno mostrato. La spunta la Samp che grazie a un Quagliarella che sembra non invecchiare mai, vince e si mette in una zona sicura della classifica. Baratro per il Crotone.

Parma-Juventus:0-4

Una Juve stellare ammutolisce un piccolo Parma. Ronaldo arriva a 16 gol stagionali; Morata e Kulusevski stendono i crociati dominando tutti i 90 minuti della partita. I bianconeri sembrano tornati la squadra vincente degli ultimi anni: una difesa d’acciaio guidata da De Ligt più che da Bonucci, costringe i giocatori emiliani a guardare le avanzate di Ronaldo e compagni. Juventus all’inseguimento di Milan e Inter. La vecchia signora ha vinto 7 delle ultime 9 partite giocate a Parma, è alla terza vittoria consecutiva. Ronaldo resta primo nella classifica marcatori con 12 gol in 9 partite.

Torino-Bologna:1-1

I rossoblù subiscono il primo gol in una partita in trasferta da 10 gare (ha sempre subito gol nelle ultime 24 trasferte).

Un anno fa erano ai preliminari di UEFA Europa League oggi sembrano poter retrocedere nella seconda serie italiana: il Toro di Giampaolo non sa più vincere e per l’ennesima volta perde punti da situazione di vantaggio. Il momentaneo vantaggio granata era già di sé un regalo del portiere del Bologna Da Costa, che per una domenica ha sbagliato sport. Pareggio fortunato dei piemontesi, visti gli errori davanti alla porta degli attaccanti del Bologna.

Sassuolo-Milan:1-2

Il risultato di 2-1 è il più frequente tra queste due squadre (è avvenuto 4 volte).

Il Milan è una schiacciasassi, vince una partita in scioltezza (complicatissima alla vigilia) grazie anche al gol più veloce nella storia dei maggiori campionati europei quello siglato da Leao dopo appena 6,76 secondi dall’inizio del match. Raddoppia Saelemaekers e 3 punti in cassaforte dopo appena 20 minuti dall’inizio. Numeri paurosi quelli dei rossoneri 13 partite consecutive con 2 gol segnati, 25 risultati utili consecutivi in campionato e vetta della classifica in solitaria, non serve più nascondersi: l’obiettivo è il tricolore. Prossima tappa la Lazio, ma con diverse assenze in tutte le zone del campo.

Inter-Spezia:2-1

Quarto confronto tra la due compagini, ha sempre giocato in casa la squadra milanese.

Fatica l’Inter a vincere contro lo Spezia, che ha dato del filo da torcere a tutte le prime della classe. Vince come può la squadra di Conte e il risolutore è Sensi, che dal suo ingresso in campo ha cambiato in meglio la fluidità del gioco dei Nerazzurri e, allo stesso tempo, in peggio la difesa che balla un po’ troppo e non da mai sicurezza ad Handanovic. Gli spezini la sconfitta la preventivavano giocando a San Siro: certo è che il risultato più giusto forse sarebbe stato il pareggio. Primo gol in Serie A per Piccoli. Lukaku tallona CR7 nella classifica marcatori con 11 gol.

Benevento-Genoa:2-0

Il Genoa ha giocato 4 partite al Vigorito, ma solo due contro il Benevento, le altre due sono contro Foggia e Napoli. Il grifone non vince dal 20 settembre. Se la sta meritando tutta la Serie A la strega, che dopo 13 partite si trova a 15 punti (prima volta nella sua storia che ha più punti che partite giocate nella massima Serie). Aveva già dato prova di essere una squadra ostica in questo campionato fermando Juventus e Lazio e adesso dimostra di volere la salvezza e che lotterà con le unghie e con i denti. Niente a che vedere con la squadra che salì in Serie A nel 2017. Chapeau.

Cagliari-Udinese:1-1

Il Cagliari è la squadra che ha subito più tiri in porta in questa stagione (219). L’Udinese è la squadra che ha tirato di meno (96). Un pareggio che serve poco a entrambe le squadre, ma nonostante ciò i bianconeri restano in serie positiva da 6 partite (3 vittorie e 3 pareggi).

Atalanta-Roma:4-1

La Roma è la squadra contro cui la Dea ha segnato più gol in Serie A (136). Gomez e Gasperini sono alla fine della loro relazione sportiva: il Papu, infatti, non è stato convocato e resta a casa. Ai fini del risultato non è stato importante, vista la larga vittoria dei padroni di casa, ma il capitano della squadra lombarda sembra arrivato alla fine della sua storia con la maglia che lo ha consacrato. L’Atalanta inizia la partita a rilento e nel primo tempo va sotto, nel secondo tempo però si scatenano i bergamaschi e i giallorossi passano la maggior parte del secondo tempo nella propria metà campo. I capitolini sono alla terza sconfitta stagionale, l’impressione è che dopo la partita con il Napoli si sia persa qualche certezza soprattutto nella fase difensiva, dove più volte si sono fatti infilare troppo facilmente. Sconfitta che nel bilancio non pesa più di tanto visto che il Sassuolo ha perso e il Verona ha pareggiato. Una buona notizia è il ritorno di Ilicic che, con 1 gol e 2 assist, si lascia la depressione alle spalle.

Lazio-Napoli:2-0

Negli ultimi 10 anni il Napoli è la squadra che ha segnato più gol in Serie A alla Lazio, ben 46 (2,19 gol di media a partita). I biancocelesti vincono agevolmente per 2-0, i partenopei complici le assenze di tutto l’attacco titolare, sono in balia di Immobile e compagni. Gol e assist per re Ciro che si porta a 8 gol e 2 assist in Serie A (13 gol e 3 assist comprese le coppe). Nulla da fare per Gattuso, seconda sconfitta consecutiva, ha perso tutti gli scontri diretti con le pretendenti della Champions (Milan, Inter, Lazio, Sassuolo, Juventus); unica vittoria con la Roma. È tornata la squadra dello scorso anno. Ha vinto meritatamente la banda di Inzaghi rischiando poco o nulla difensivamente. Ora la prova della consacrazione con il Milan.

Classifica Serie A:

  1. Milan 31
  2. Inter 30
  3. Juventus 27
  4. Roma 24
  5. Napoli 23
  6. Sassuolo 23
  7. Atalanta 21 (una partita in meno)
  8. Lazio 21
  9. Hellas Verona 20
  10. Sampdoria 17
  11. Udinese 15 (una partita in meno)
  12. Benevento 15
  13. Cagliari 14
  14. Bologna 14
  15. Parma 12
  16. Fiorentina 11
  17. Spezia 11
  18. Torino 7
  19. Genoa 7
  20. Crotone 6
Share: