“La dea fortuna ha un segreto”. La Fortuna, nel film di Özpetek, non ha accezione positiva come la intendiamo noi. Per i romani era il Caso, entità neutrale, divinità cieca. In realtà ne ha tanti, di segreti. Spesso incomprensibili, inaccettabili. Il regista ce ne propone più d’uno, la malattia in primis. E poi la separazione,
Continua a leggere