Posts byCesare Massa

Il “nuovo” Codice degli appalti e’ già vecchio? Molti, quasi tutti, vorrebbero cambiarlo. Vediamo come e perché.

A poco più di due anni dalla originaria approvazione del “nuovo” Codice sugli appalti e di un anno dalla approvazione del c.d. “correttivo”, è emersa una richiesta, pressoché generale, di modifiche; non tali da incidere sulla complessiva struttura della riforma, ma indubbiamente significative. Imprese, pubbliche amministrazioni, operatori del diritto e, in qualche misura, anche associazioni
Continua a leggere

Le elezioni europee non sono poi così lontane

Un punto di svolta rispetto al 2014

Il primo giugno di quest’anno si è formato l’attuale Governo. Lo so, sembra una vita fa. In parte perché, oggi, il mondo cambia ad un ritmo impressionante, tanto che facciamo fatica a tenerci al passo con gli eventi ed a coglierne la grande, crescente complessità. I temi sono tanti, tutti di grande attualità e alcuni
Continua a leggere

Unione e contenuti: la ricetta di Orlando per la sinistra

L'ex ministro e parlamentare Andrea Orlando ci ha parlato delle sue idee in relazione al dopo 4 marzo

Buongiorno, Onorevole Orlando. Lei ha concluso, da poco, il suo ciclo di Governo, questo lungo sforzo al servizio dei cittadini, da Ministro dell’Ambiente prima e da Guardasigilli poi. Sempre con profondo rispetto nei confronti dell’Istituzione che rappresentava , uno sguardo attento ai bisogni dei cittadini ed una grande determinazione. Aveva le idee molto chiare. Posso
Continua a leggere

Una Scuola di Politiche per la futura classe dirigente

Tra una settimana chiudono le iscrizioni per la Scuola di Politiche di Enrico Letta, scuola che ha la mission di formare una nuova classe dirigente. A prescindere dal colore politico

Da quando Enrico Letta, nel 2015, ha fondato la Scuola di Politiche(SdP) “dedicata” a Nino Andreatta- grande economista e dirigente della Democrazia Cristiana- , ogni anno vi hanno partecipato cento giovani appassionati di cultura politica nella sua doppia natura di policy, ossia politica applicata in maniera pragmatica, e policies, con riferimento alle politiche economiche e
Continua a leggere

Tempi interessanti

Dopo "Tempi Moderni", in cui Charlie Chaplin raccontava i primi anni del ventesimo secolo, i primi anni del ventunesimo possono essere definiti "tempi interessanti". Tempi in cui il relativismo sembra aver trionfato su tutto.

Tempi interessanti, dunque. Di un mondo post moderno, post ideologico e post cristiano che, forse per la prima volta nella lunga- ma neanche troppo- storia dell’umanità, vuole fare a meno della politica e della religione; nella convinzione che la tecnica non ha certo bisogno di Dio e che il progresso rappresenti un processo irreversibile, inarrestabile
Continua a leggere

La Cina come una poesia

Secondo Henry Kissinger, che peraltro non perde certo l’occasione di ribadirlo – negli ottimi libri che scrive, così come nelle rare interviste che concede – il ventunesimo secolo, questo secolo intenso, contraddittorio, sorprendente, che pare timido soltanto con riguardo alle politiche sociali e che accomuna tutti quelli attualmente in vita, appartiene alla Cina. Quest’ultima starebbe
Continua a leggere

Reinventare il comunismo

Che fine hanno fatto quei valori nella politica di oggi?

“Quelle di destra e di sinistra sono categorie politiche superate”. Ed è per tale ragione che porsi davanti alle problematiche sociali ed economiche con la logica di due valori di massima,contrapposti l’uno all’altro,è un modo di fare politica obsoleto,e quindi inefficace. E se anche esistono, come esistono, dei partiti che si connotano ancora come più
Continua a leggere

Nessuna cosa è al posto giusto

Nessuna cosa è al posto giusto non la terra che è troppo lontana dal centro dell’Universo, che ha nutrito me e i miei compagni che abbiamo mangiato la terra insieme. Non le stelle che sono principi e marinai nate in mare e nelle battaglie e nelle case dei poveri del porto di Atene. I leoni
Continua a leggere

Non molto tempo fa, in una galassia vicina

Un'analisi delle attuali prospettive politiche italiane figlie di una galassia ancora vicina

Ci sono casi, per la verità non troppo rari, in cui l’istinto e le sensazioni anticipano pensiero e ragionevolezza. E questo è uno di quei casi in cui io, ventiduenne iscritto, ma non militante del Partito Democratico, ho incominciato a detestare la politica del Movimento Cinque Stelle ben prima di capirne il motivo preciso. E
Continua a leggere